Carissimi e carissime tutti e tutte,

 

la nostra scuola ha saputo dimostrare, nel breve tempo che abbiamo trascorso insieme, di essere Comunità: lo ha dimostrato stringendosi attorno ad un suo membro “fragile”, organizzando qualche mese fa un emozionante mercatino di solidarietà; ne ha dato prova accogliendo a braccia aperte le famiglie e i bambini vittime di abusi. E ancora oggi dimostra di essere una vera Comunità, mostrando senso civico e grande dignità nelle non poche difficoltà che l’emergenza attuale ci sta imponendo. Insieme condividiamo la sofferenza che deriva dallo stare separati dalle persone che amiamo e tutto ciò che è connesso all’isolamento forzato.

 

Ma non c’è da temere, perché la nostra è una Comunità forte. E così come “l’inverno si trasforma sempre in primavera”, un giorno, non lontano, questo brutto periodo finirà: insieme ce la faremo.

 

Sento oggi più che mai il desiderio di formularvi i miei migliori auguri di una

 

serena Pasqua di Resurrezione.

 

Agatina Giudiceandrea

 

 

Inizio pagina